Lettera del nostro Socio Alfonso Chiacchio PHF alla Governatrice Maria Rita Acciardi

Volontari del Rotary

Carissima Maria Rita, con sommo piacere Ti informo che il 22 novembre scorso una equipe completa, costituita da soci del nostro Club di Lauria, è partita per Dschang (Cameroun) ed è attualmente attiva. L’equipe, completamente autonoma , è costituita da Giuseppe Rossetti (anestesista), Gennaro Nasti (chirurgo), Egidio De Vita (ginecologo), Gino Cerrato (farmacista). Dopo diverse missioni ed esperienze si è riusciti a creare una equipe costuita completamente da soci del Rotary Club di Lauria, autonoma professionalmente ed economicamente. Penso che sia la prima volta nella storia del Rotary Club International che un singolo Club riesca ad organizzare una spedizione autonoma ( nel pieno rispetto di quelle che sono le direttive attuali dopo l’azzeramento della fondazione dei volontari). Le nostre precedenti missioni in Cameroun erano state presso l’Ospedale di Mbouo , Ndongue e Fumbann in Cameroun e presso l’Ospedale di Sagokoffe in Ghana. Ricordo con piacere che dal 2005 (epoca della mia prima spedizione) ad oggi, ogni anno siamo riusciti ad inviare una spedizione a novembre (mese della Rotary Foundation); ritengo che ciò faccia onore a questo distretto, autentico scrigno di risorse umane e professionali impareggiabili. Come non ricordare i tanti che ci hanno accompagnato e ci accompagnano: Aubry, Piergiorgio Turco, Pierluigi Zurlo, Totò Amoruso (il grande), Ciccio Romano, Gigino Bellizzi, Patrizio Maritato e tanti altri. Dal 2005 ad oggi oltre 30 rotariani del nostro distretto (ed altri esponenti di 20 clubs) hanno compiuto con noi queste esperienze che ci affrancano come uomini e come rotariani. Grazie a te, Grande Governatrice per il modo elegante, sobrio e generoso con il quale hai saputo stare vicino ai nostri amici che hanno lasciato in questi giorni case e famiglie per continuare a far vivere il mio sogno …..quello di un Rotary del fare….quello di un Rotary vicino agli altri! Ora l’opera dei nostri è prestata presso l’Ospedale di Dshang, città universitaria di oltre 200.000 abitanti, posta presso il confine con la Nigeria a 1700 metri di altitudine. Questa città riceve esuli della Nigeria e del Chad. Il tasso di sieropositività all’HIV è del 35%, il tasso di mortalità materno-infantile è del 10%, l’aspettativa media di vita è di 54 anni. L’Ospedale presso cui opereranno i nostri, per tre settimane, è gestito dalle suore Vincenziane. Fu conosciuto nelle nostre precedenti missioni perchè vi operava una govane suora napoletana , suor Laura Guidone che aveva prestato la sua opera anche presso il convento delle suore Vincenziane a Lauria Inferiore. Presso questo ospedale oltre alle divisioni principali (chirurgia, ostetricia e medicina) è stato realizzato un hospice per pazienti terminali di AIDS ed un piccolo Cottolengo che raccoglie tutti i bambini malformati (e pertanto abbandonati) del Cameroun. Nelle sole giornate del 25 e 26 novembre la nostra equipe ha eseguito oltre 20 interventi chirurgici (tiroidectomie, isterectomie, ecc…) non altrimenti realizzabili presso quel nosocomio. Ti informo di tutto ciò innanzitutto per ringraziarTi e perchè possa passare tali informazioni ad altri sull’attività del nostro Rotary Club e dei nostri amici …se lo ritieni opportuno. Ai nostri amici va il mio più sentito, grato ed affettuoso abbraccio. Rotariani saluti

Alfonso Chiacchio

DOT 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*