ITINERARI NEL GUSTO: LA CONVIVIALE PER IL ROTARIANO GOURMET

Anche quest’anno presso il Ristorante Mimi, a Lago Sirino, si è tenuta la LA CONVIVIALE PER IL ROTARIANO GOURMET

Oscar Wilde, tra i tanti aforismi, ce ne regala due sul buon cibo, che sono particolarmente adatti alla nostra serata intitolata ITINERARI NEL GUSTO: LA CONVIVIALE PER IL ROTARIANO GOURMET

“Verrò, ma deve essere una cena seria. Odio le persone che prendono i pasti alla leggera.”
“Ho dei gusti semplicissimi; mi accontento sempre del meglio.”
Credo che siano una buona sintesi ed un buon viatico.

1) Chef Francesco Caputo del ristorante che oggi ci ospita apre il nostro percorso gastronomico e ci serve le cime dei nostri monti lucani…

2) Chef Giovanni Cascella nato a Napoli, formato con gli chef Giancarlo ERBA e Andrea Cannavacciuolo, papà del celebre Antonino. Esperienze in Francia, Germania e in tutta Italia riscoprendo il territorio e i suoi valori. Attualmente lavora presso il ristorante Alba la grigliata e Giuseppone a mare, ristoranti storici di Napoli.
Il nome del piatto è Poesia Napulitan
Collaboratore chef Daniele Perugatti

3) Dario Giacomantonio, in arte Dario Amaro, è un giovane Chef lucano, con sguardo sul mondo che unisce nella sua cucina la sperimentazione e il rispetto della tradizione.
I suoi piatti risentono di forti influenze europee ed Orientali, frutto di molteplici esperienze lavorative in giro per il mondo: vi risuonano gli odori e i sapori Maldiviani nell’utilizzo delle spezie, le marinature balinesi, le tecniche di taglio ed i brodi giapponesi, la lavorazione del burro Francese, l’equilibrio della cucina russa ed il rigore nell’esecuzione classico dell’Inghilterra.
Il tanto viaggiare, tuttavia, non affievolisce l’amore per la sua terra, la Basilicata, ma lo rende sempre più forte, tanto da tornare a casa ed investire in quel territorio difficile, quale Maratea, dal quale molti giovani si allontanano.
Ed è proprio una scommessa “patriottica” che guida Dario Amaro, nel giugno 2018, all’apertura del suo primo Signature Restaurant: Cala del Citro.
A Cala del Citro Dario propone una cucina che è il risultato di tutte le sue esperienze. Una cucina che tratta con cura gli ingredienti in modo da esaltarne le proprietà organolettiche al massimo livello. Una cucina raffinata, dove tradizione ed innovazione si fondono in un’esperienza di gusto autentica.
Ogni piatto a Cala del Citro, racchiude un ricordo della vita di Dario, e racconta una storia, come una giornata Londinese piena di nebbia o una giornata di sole a Maratea trascorsa sugli scogli a pescare.
Questa sera vi propone: “L’estate di San Martino”. Un risotto al profumo d’arancia e gamberi rossi del Golfo di Policastro.
Questo piatto racconta quello che è per Dario l’autunno a Maratea: il profumo delle Arance appena raccolte, delle quali la buccia viene trasformata in canditi in attesa del Natale, il sole più tenue, ambrato, ma sempre presente, il rientro delle barche in porto cariche di gamberi.

4) La Storia del “Marie” nasce dai racconti e dagli insegnamenti di una nonna…
Attraverso questi racconti, abbiamo compreso l’importanza e l’unicità del nostro territorio e della nostra cultura.
Riscoprire il senso dei luoghi, coglierne gli aspetti caratteristici, rispettare la cadenza delle stagioni portando a tavola ciò che la terra ed il lago offrono, è la nostra virtù.
ELOGIO A MARIE dello chef Andrea Nocito è un piatto “totale” che ricorda i profumi e i sapori e le emozioni del giorno della festa, quando le nostre nonne indossavano il grembiule più bello e cucinavano per tutta la famiglia.

5) La Pasticceria Giulia nasce nel luglio del 1979 il proprietario e pasticcere è Francesco Policicchio e sua moglie Giulia, offrendo qualità e un ampia scelta di pasticcini.La figlia più piccola Mariella Policicchio continua la tradizione con l’innovazione, grazie a un percorso di studi molto approfondito. Diplomata all’ Alma. Ma ogni anno approfondisce sempre di più gli studi seguendo corsi di aggiornamento,per dare sempre di più alla loro clientela.

Il dolce si chiama Sospiro gourmet:
È una rivisitazione del sospiro tradizionale con aggiunta di un prodotto tipico di senise che è il peperone Crusco. Quindi troveremo una mezza sfera di Pan di Spagna con una crema inglese con buccia di limone e vaniglia e una mezza sfera di cioccolato ,chantilly e passito con una base di frolla e confettura di peperoni. mousse al caramello e croccante al peperone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*